Quanto costa rottamare un’autovettura? Quali sono le procedure necessarie di autodemolizione e i riferimenti normativi?

Se la tua auto è ormai arrivata “al capolinea” e pensi che sia il caso di rottamarla, è bene sapere con anticipo tutte le procedure, richieste e i costi da sostenere per demolirla completamente.
La cosiddetta rottamazione auto o, più correttamente, la demolizione veicoli è una pratica prevista dalla legge per eliminare del tutto la tua vettura ed evitare così le spese correlate di assicurazione, bollo, etc.
L’autodemolizione va eseguita secondo un determinato iter burocratico, delineato nel decreto legislativo 5.02.1997 n. 22 (modificato nel decreto legislativo 8.11.1997).

Gli autodemolitori

Prima di tutto, è importante che l’intestatario dell’autoveicolo, che sia anche un motoveicolo o un rimorchio, deve consegnare il veicolo a motore presso un centro di raccolta autorizzato per la messa in sicurezza, la demolizione, il recupero dei materiali e la rottamazione.
Tanti sono nel territorio romano i centri di autodemolizione, che possono anche ricevere e trattare rifiuti metallici e di altri materiali, costituiti da parti dei veicoli a motore.
Il centro di raccolta è un luogo addetto alle autodemolizioni, con regolare autorizzazione della Motorizzazione Civile e del Comune di Roma, per eseguire tali pratiche di demolizione auto tramite apposite presse e macchinari.
Che sia una vettura incidentata, magari portata da un servizio di soccorso stradale fino all’autodemolitore, oppure che sia un’auto talmente vecchia da essere ottimale solo per il recupero dei ricambi usati… la tua vettura arriverà al centro per le autodemolizioni.
Sia che il veicolo arrivi dalle strade romane su carroattrezzi o sia portato dal proprietario, viene preparato per la sua demolizione.
In alternativa, si può affidare l’auto ad una concessionaria auto o succursale di un marchio automobilistico, se si desidera rottamare l’auto vecchia in cambio di uno sconto su un nuovo modello. Per esempio, se vuoi rottamare una Ford per acquistare una Fiat, il concessionario Fiat è dotato di un servizio di raccolta auto per poi veicolarle verso la rottamazione degli appositi centri.

Il certificato di autodemolizione

Ogni centro di raccolta per la rottamazione auto a Roma, che sia un autodemolitore o un concessionario – succursale, deve rilasciare al proprietario del veicolo consegnato per la demolizione, un certificato di rottamazione che riepiloghi:

• la data della consegna del certificato con presa in carico del mezzo
• gli estremi dell’autorizzazione del centro (autorità competente, codice identificativo, etc.)
• le generalità del proprietario (nome, cognome, indirizzo, etc.)
• gli estremi di identificazione del veicolo (marca, classe, modello, numero di telaio, etc.)
• l’assunzione dell’impegno a provvedere alle pratiche di cancellazione dal PRA (Pubblico Registro Automobilistico), da parte del centro di autodemolizione.

Tale certificato, è fondamentale in quanto libera il proprietario del veicolo dalle responsabilità civile, penale e amministrativa connessa con la proprietà del veicolo stesso. Ai fini tributari, invece, è necessario informarsi perché variano le normative a seconda delle Regioni.

Nel caso in cui, invece, alcuni documenti o targhe siano stati oggetti di furto o smarrimento, è necessaria la denuncia agli organi di pubblica sicurezza.

Cancellazione del veicolo dal PRA

Una fondamentale norma, vigente dal 1998, stabilisce che la cancellazione dal Pubblico Registro Automobilistico dei veicoli avviati alla demolizione, avvenga a cura del titolare del centro di raccolta o del concessionario, senza oneri di agenzia a carico del proprietario del veicolo o del rimorchio.

Non appena l’autoveicolo arriva presso il centro demolizione, il personale dovrà provvedere alla preparazione dei documenti necessari per la cancellazione dal PRA – Pubblico Registro Automobilistico. Si tratta della specifica “richiesta di cessazione della circolazione per demolizione”
L’avvenuta consegna della vettura per la rottamazione deve essere comunicato entro 60 giorni dalla consegna del veicolo, da parte del titolare del centro di raccolta o succursale, insieme alla consegna del certificato di proprietà, la carta di circolazione, le targhe del veicolo.

Il tutto va consegnato presso l’ufficio del PRA competente, che a Roma si trova in zona EUR Torrino e offre diversi servizi PRA.
In caso di possesso del del Certificato di Proprietà Digitale (CDPD), gli autodemolitori sono autorizzati ad utilizzare tale certificato per richiedere la radiazione dal PRA.

Quanto cosa rottamare l’autovettura

Ogni spesa per l’autodemolizione della tua vettura è correlata alle varie procedure da effettuare per radiare la vettura dal PRA e rottamarne carrozzeria e motoristica presso il centro di raccolta autorizzato.
Il costo per la radiazione dal PRA per demolizioni ed esportazione veicoli, comprende i 13,50 euro per gli emolumenti e il 32,00 euro di bollo, per un totale del costo di rottamazione auto di 45,50 euro.
La quota sale se la domanda di rottamazione è associata al modello NP3B, con una quota non di 45 ma di 48 euro.

Come già scritto, è importante sapere che gli autodemolitori devono praticare tale prezzo per la rottamazione auto, senza oneri di agenzia a carico del proprietario del veicolo o del rimorchio.

Il modello NP3B

Si tratta di un documento che presenta diverse voci da compilare da parte del proprietario del veicolo da rottamare, contenenti diverse richieste:
• trascrizione di tutte le formalità relative a veicoli ancora in possesso di foglio complementare
• trasferimento di proprietà ex art.2688 c.c.
• iscrizione, annotazione o cancellazione di ipoteche
• trascrizione di provvedimenti giudiziari
• trasferimento di proprietà a tutela del “venditore”
• trasferimento di proprietà con atto di vendita con firma bilaterale (venditore e acquirente)
• richiesta di rilascio del Certificato di Proprietà in sostituzione del duplicato del foglio complementare
• duplicato del certificato di Proprietà (in caso di furto smarrimento o deterioramento)
rilascio successivo del Certificato di Proprietà
• radiazione o perdita di possesso in caso di indisponibilità del Certificato di Proprietà
• annotazioni riguardanti leasing, in caso di indisponibilità del Certificato di Proprietà
• costituzione, estinzione, cessione e proroga usufrutto
• trascrizione atto di vendita con riserva di proprietà.

Rottamazione se il veicolo è distrutto

In seguito ad un incidente o un episodio di vandalismo come incendio e distruzione, spesso il veicolo viene recuperato dai mezzi di soccorso stradale a Roma e portato direttamente presso il centro di raccolta auto da rottamare, quando non vi sia possibilità di riparazione.
Il veicolo distrutto, va sottoposto agli stessi iter burocratici di uno non soggetto ad eventi così negativi; spesso, però, sono necessari dei documenti di denuncia di distruzione effettuati alla Pubblica Sicurezza, con obbligatorio il verbale di completa distruzione o impossibilità di recupero dell’autoveicolo dopo il trasporto con carroattrezzi.

Rottamazione di autovetture con fermo amministrativo

La tua auto è stata oggetto di un divieto di circolazione? In tal caso il veicolo ha in sé un provvedimento pendente di fermo amministrativo che va assolutamente cancellato, regolarizzando il pagamento delle somme dovute al concessionario dei tributi da versare. Tale pratica si esplica sempre presso il PRA.

Dopo tale pagamento, allora potrà richiedersi la cessazione della circolazione per demolizione. In ogni caso, per evitare dubbi in proposito, è sempre consigliata una visura della vettura da demolire, indicando all’ufficio provinciale del PRA la targa e il modello dell’auto. Esiste anche il servizio visure online, per valutare la presenza o meno di fermo amministrativo.