Decidere che automobile acquistare non è cosa semplice, anche perché molto spesso ci lasciamo condizionare  da esperienze negative di amici o parenti che hanno acquistato auto usate, però anche acquistando autovetture nuove, dal costo di qualche decina di migliaia di euro, si può andare incontro a dei problemi. Importante è avere una chiara idea della tipologia di automobile che si vuole comprare e del budget che si ha a disposizione, ma soprattutto non essere spinti dalla fretta nella ricerca della soluzione più conveniente.

La prima scelta  a cui si incorre è se acquistare l’automobile da concessionari, in un autosalone, da privati, un’ottima scelta è inoltre quella di scegliere un’auto aziendale, come la mia che apparteneva ad una ditta di drawer handles vintage, una cosa importante, tuttavia è evitare le aziende che usano l’auto come business ad esempio gli NCC.

Un altro ottimo modo per trovare un’auto usata è attraverso il web É quest’ultimo lo strumento che sta riuscendo ad ottenere risultati più  efficaci, è un mezzo economico, che garantisce un maggiore ritorno e controllo sull’investimento. Numerosi sono gli utenti che consultano Internet per comprare auto usate, l’ultima tendenza è il “vertical search” o motori di ricerca verticali, cioè un aggregatore di contenuti, che si focalizza su un tema specifico, nel nostro caso sulle automobili, ed è proprio grazie a questa sua verticalità che la ricerca diventa semplice, veloce ed efficace.

L’utente riesce a  trovare l’auto con le caratteristiche desiderate, al prezzo migliore e nella città più vicina, semplicemente effettuando una sola ricerca.  Per ogni annuncio viene fornita la marca, il modello, la foto, il prezzo, i km ed ogni altro dato riguardante le caratteristiche della vettura o gli accessori in dotazione, rendendo la navigazione estremamente intuitiva.

Ovviamente i criteri per valutare le auto usate restano gli stessi. Infatti, per evitare che si acquisti un vettura che possa nascondere qualche insidia che si traduca in scarsa affidabilità e scarsa sicurezza è consigliabile farsi accompagnare nella visione dell’automobile da un meccanico e magari anche da un carrozziere di fiducia, in modo da ricevere  un parere esperto sul veicolo che volete acquistare.

I primi controlli  devono essere effettuati sull’apparato meccanico e sull’apparato elettrico. Attenzione bisogna prestare alla verniciatura non uniforme intorno ai finestrini o alle maniglie delle portiere, perché potrebbe trattarsi di una vettura incidentata, inoltre vanno verificati i pedali frizione, acceleratore e freno, la leva del cambio e le maniglie delle portiere, la loro usura vi permetterà di rapportarla parzialmente al chilometraggio segnalato dalla strumentazione di bordo.

Su quest’ultimo aspetto non bisogna mai fidarsi completamente del venditore, perché potrebbe manomettere il chilometraggio, soprattutto con i nuovi contachilometri digitali, bastano poche nozioni di informatica per poter vedere diminuire in modo indiscriminato i km dell’auto. Per tale motivo è necessario farsi rilasciare dal venditore una dichiarazione scritta attestante l’effettiva percorrenza del mezzo.

Gli altri documenti necessari per accertare le reali condizioni dell’auto usate sono il libretto di manutenzione, che consente di avere indicazioni sugli interventi eseguiti e spesso anche sul chilometraggio; il libretto di circolazione, per verificare che le caratteristiche del telaio, del tipo di gomme, degli accessori ed optional corrispondano a quelli realmente presenti. Inoltre, si può richiedere un controllo al pubblico Registro Automobilistico (PRA), per evitare di acquistare un veicolo pignorato o sottoposto a sequestro giudiziario. Nel caso in cui acquistate l’automobile in un autosalone o concessionario, dovrete in ultimo fare molta attenzione alle garanzie offerte dal rivenditore, in tutti i punti indicati, perché in Italia non esiste un contratto di garanzia standard.