Gestire nel 2020 un’azienda di trasporti è sicuramente un grande impegno in termini di risorse, ma il settore dimostra ancora di essere vivace e remunerativo. Sono tuttavia numerosissime le aziende che operano nel settore trasporti in modalità analogica, senza utilizzare strumenti tecnologici o informatici utili ad ottimizzare il lavoro.

Nessun trasportatore sognerebbe di utilizzare camion vecchi di 40 anni per i propri servizi: la loro efficienza generale è sicuramente discutibile rispetto ai mezzi e alle strutture attuali. Idem per il resto dell’attività: fatturare, gestire i carichi, i veicoli e tutti gli altri aspetti aziendali con un foglio Excel o peggio con carta, penna e archiviare nei faldoni è senza dubbio un enorme spreco di tempo e risorse. Spesso, anche per chi effettua lavori diversi come l’arrotatura marmo Roma e provincia è bene approfondire il proprio lavoro con programmi avanzati e delle tante sfaccettature.

Trasporti e software

Il lavoro di chi trasporta collettame non è relegato solamente all’utilizzo di veicoli: una buona organizzazione è senza dubbio un fattore di vantaggio competitivo all’interno di un settore estremamente concorrenziale. Utile a migliorare l’efficienza generale del lavoro dei trasportatori è affidare la gestione della propria azienda a software per trasporti che possono aiutare nelle operazioni più comuni e onerose in termine di tempo. Un sistema ERP (acronimo di Enterprise Resource Planning) è una soluzione informatica volta all’incremento dei profitti aziendali tramite una riduzione dei costi gestionali ed operativi e soprattutto attraverso un aumento dell’efficienza del ciclo produttivo.

Ciò si traduce in realtà nel fatto che grazie a un software gestionale per trasporti alcune fasi chiave dell’attività aziendale possono essere automatizzate e rese più efficienti, riducendo la necessità di forza lavoro attraverso una significativa eliminazione delle operazioni ripetitive.

Quale software scegliere?

È buona norma tuttavia scegliere con criterio: l’utilizzo di un software incompleto e scarsamente rispondente alle necessità potrebbe portare scarsi benefici all’azienda e vanificare l’investimento in IT: non è necessario ricordare infatti che scegliendo un gestionale ci si appresta a scegliere una soluzione sulla quale poggerà quasi il 100% dell’attività e della produttività aziendale.

È consigliabile inoltre richiedere una demo:è indispensabile per scegliere correttamente ed è utile a rendersi conto di come la soluzione scelta verrà concretamente utilizzata, e testarne l’operatività rispetto ai flussi di lavoro più critici è un criterio importante di scelta. E’ utile dunque richiedere una dimostrazione rispetto ad esempi concreti di procedure di lavoro, confrontandoli rispetto alla metodologia operativa tradizionale o confrontandoli rispetto alla soluzione software che si sta smantellando.